Lettura collettiva del “Manifesto contra-sessuale” di Beatriz Preciado

Sabato 16 giugno dalle ore 18 CaseMatte (Ex Ospedale Psichiatrico Collemaggio L’Aquila)

Lettura collettiva del “Manifesto contra-sessuale” di Beatriz Preciado

Il Manifesto di Beatriz Preciado è un’opera dissacrante che non assomiglia a niente di già letto o già scritto, è una strabiliante lettura che lascia il retrogusto amaro delle speculazioni filosofiche più acute: si comincia a leggerlo con una divertita curiosità, si prosegue nella lettura con un senso crescente di sgomento e si finisce per richiuderlo con una più illuminata percezione dei contrasti e delle contraddizioni legate alla nostra stereotipata visione della sessualità. La contra-sessualità è una strategia di resistenza al dominio eterosociale, è un sistema post-identitario che supera il binomio sesso/genere per rafforzare il potere delle devianze; Preciado non parla più di maschile e femminile, ma di corpi o soggetti parlanti. In quest’ottica, l’autrice si dà come compito prioritario lo studio degli strumenti e degli attrezzi sessuali che stabiliscono un legame tecnologico tra corpo e macchina, con l’intento di denaturalizzare e quindi superare i concetti di sesso e genere.

Alcuni spezzoni del libro
Come affrontare il sesso in quanto oggetto di analisi? Quali dati storici e sociali intervengono nella produzione del sesso? Cos’è il sesso? Cos’è la scopata? Le pratiche sessuali di colei che scrive modificano il suo progetto? Se sì, in che modo? Quando si affronta il sesso come soggetto filosofico sarebbe meglio scopare in serie oppure mantenere una distanza da queste attività? E’ possibile scrivere sull’eterosessualità se si è gay o lesbiche? E viceversa, si può scrivere sull’omosessualità se si è eterosessuali?(…)

Cos’è un dildo? Il dildo è una parodia ironica o una volgare replica del pene? Oppure né l’una né l’altra cosa? Nelle pratiche butch-femme il dildo va forse interpretato come un vestigio dell’ordine patriarcale?(…) Cosa pensare dei dildo quando non sono “fallici” (ad es. se sono a forma di coniglio o non figurativi). Il dildo può essere una risposta all’invidia del pene? Se (come affermano le femministe pro-censura) la lesbica che usa il dildo è un uomo mancato in preda all’invidia del pene, come spiegare il fatto che anche i gay usano il dildo? In che senso non è eterosessuale la scopata con dildo?(…)

Annunci

Informazioni su @bulmosa

Scegli quel che vuoi, cura ciò che hai, dai quello che puoi. L'unico modo che conosco per resistere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: