I fatti… #violenza #stupro (in aggiornamento)

E’ la notte dell’11 febbraio, due studentesse universitarie decidono di passare il sabato sera in una discoteca di Pizzoli (frazione dell’Aquila). Ballano e si divertono, si concedono qualche drink per festeggiare l’esame appena passato. Una delle due ad un certo punto si accorge di non avere più il cellulare, si affanna a cercarlo, senza risultato, decide allora di tornare a casa con un bus navetta, per controllare che il cellulare sia lì. L’amica invece resta in discoteca, per continuare la serata. Da qui non è chiaro cosa sia accaduto. Forse un approccio con un ragazzo? Forse un ragazzo che vede una ragazza un po’ brilla e pensa che in quelle condizioni “sia più facile conquistarla”? Il dato di fatto è che la ragazza è stata ritrovata fuori dalla discoteca priva di sensi, a rischio di ipotermia, in una pozza di sangue dovuta ad un’emorragia. I medici le hanno riscontrato gravi lesioni, anche interne, probabilmente permanenti. Il principale sospettato per il “presunto” stupro è Francesco Tuccia 21enne militare della Provincia di Avellino, attualmente in carcere con l’accusa di violenza sessuale e di tentato omicidio nei confronti della studentessa.

Cronostoria dei fatti

12 Febbraio: Stuprata giovane di 20 anni, indagini in corso (qui e qui alcune riflessioni sulla vicenda)

20 Febbraio: Il reggimento di Tuccia, entra in servizio a L’Aquila per strade sicure... Le proteste

21 Febbraio: L’avvocato di Tuccia, “è stato un rapporto sessuale consenziente, non c’è stata nessuna violenza”

23 Febbraio: Arrestato Francesco Tuccia, il militare campano trovato la notte del fatto con gli indumenti sporchi di sangue

24 Febbraio: L’ordinanza del GIP “non c’è dubbio, è stato Tuccia”

28 Febbraio: L’accusato da la sua versione dei fatti, sul rapporto avuto con la ragazza

01 Marzo: Il padre a “Chi l’ha visto” fa un appello a chiunque era in discoteca, per fare chiarezza sulla dinamica dei fatti, di quella sera

02 Marzo: La studentessa, dopo le dimissioni dall’ospedale, a colloquio con i magistrati

03 Marzo: Le scuse della famiglia Tuccia alla vittima (qui le nostre considerazioni a riguardo)

04 Marzo: La famiglia della vittima è scettica sulle scuse della famiglia dell’arrestato

09 Marzo: L’avvocato di Tuccia, fa nome e cognome della vittima in televisione (qui le nostre considerazioni a riguardo)

09 Marzo La famiglia della ragazza, presenterà denuncia verso l’avvocato del militare, per aver rivelato in tv nome e cognome della vittima

10 Marzo: Medico delle ragazza, annuncia denuncia verso l’avvocato di Tuccia, per le dichiarazioni fatte

12 Marzo: Tuccia resta in carcere. L’avvocato conferma la sua linea difensiva: rapporto sessuale consenziente

15 Marzo: Il ginecologo in tv “efferatezza mai vista”

21 Marzo: Lettera dell’Arcivescovo Molinari alla madre della ragazza

22 Marzo: Ragazza dichiara a “chi l’ha visto” “Un amico di Tuccia provò a violentarmi”

12 Aprile: L’avvocato Alberico Villani depositata il ricorso in Cassazione contro l’ordinanza di custodia cautelare in carcere

22 Maggio: Procura verso il rito abbreviato  “Dopo tre mesi di carcere ha riflettuto su tante cose, a vent’anni la lezione gli è servita” (qui le nostre considerazioni a riguardo)

08 Giugno: Concessi gli arresti domiciliari a Tuccia (qui il nostro comunicato stampa a riguardo)

09 Giugno: L’amarezza della vittima per gli arresti domiciliari di Tuccia

30 Giugno: Tuccia resta ai domiciliari: respinto il ricorso dell’avvocato del militare che chiedeva l’annullamento dell’ordinanza di custidia cautelare e la revoca dell’accusa di omicidio

18 Ottobre: Prima udienza del processo (qui la nostra adesione al sit-in fuori al Tribunale, alcune foto e le nostre riflessioni)-

19 Novembre: Seconda udienza del processo (qui il nostro resoconto della giornata con alcune foto)

10 Gennaio: Terza udienza del processo (qui il nostro report della giornata)

Informazioni su @bulmosa

Scegli quel che vuoi, cura ciò che hai, dai quello che puoi. L'unico modo che conosco per resistere.

  1. Pingback: Dopo 3 mesi di carcere ha capito la lezione… « Fuori Genere

  2. Pingback: “C’è stato un rapporto amoroso consenziente che ha provocato ferite…” « Fuori Genere

  3. Pingback: L’Aquila 18 Febbraio: libere dalla violenza « Fuori Genere

  4. Pingback: 10 gennaio terza udienza udienza del processo al militare Francesco Tuccia #stupro #liberedallaviolenza « Fuori Genere

  5. Pingback: 31 gennaio ultima udienza del processo al militare Francesco Tuccia #stupro #liberedallaviolenza « Fuori Genere

  6. Pingback: Applausi e abuso di potere: #ViaLaDivisa ! – Un altro genere di comunicazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: