“C’è stato un rapporto amoroso consenziente che ha provocato ferite…”

“C’è stato un rapporto amoroso consenziente che ha provocato ferite” queste le dichiarazioni di Alberico Villani, avvocato di Francesco Tuccia 21enne militare della Provincia di Avellino, attualmente in carcere con l’accusa di violenza sessuale e di tentato omicidio nei confronti di una studentessa.

La ragazza è stata ritrovata nella notte tra il 11 ed il 12 febbraio a Pizzoli (AQ), priva di sensi, a rischio di ipotermia, in una pozza di sangue dovuta ad un’emorragia. I medici hanno riscontrato nella ragazza, gravi lesioni, anche interne, probabilmente permanenti (qui maggiori informazioni).

Nei video riportiamo questa ed altre assurde dichiarazioni dell’avvocato del militare, che arriva a pronunciare nome e cognome della vittima, durante due trasmissioni della rete Mediaset “domenica cinque”, e “pomeriggio cinque”.

Riteniamo gravissime e inammissibili le dichiarazioni dell’avvocato del militare Francesco Tuccia, ne citiamo qualcuna:

“la ragazza non è stata costretta”;
“non c’è stato nessun dissenso da parte della ragazza”;
“non aveva segni di difesa… non c’è nessun elemento, che faccia capire che in quel momento, c’è stata una violenza per sopraffarla”;
“la ragazza dovrà spiegare perché ha accettato di seguire fuori il Tuccia”;
“c’è stato un rapporto amoroso consenziente che ha provocato ferite”;
è un rapporto amoroso, avviato all’interno della discoteca e culminato fuori”; 
se uno si tocca all’interno di una discoteca, è amoroso… le lesioni sono avvenute alla fine”;
“anche un parto fisiologico comporta delle ferite”;

in quanto cercano di minimizzare l’accaduto per riportarlo a canoni accettabili per l’opinione pubblica,  portano alla giustificazione della violenza, facendo allusione al tasso alcolico della ragazza, o addirittura al fatto che non si sia difesa.

Riteniamo altrettanto grave l’aver rivelato pubblicamente le generalità della vittima e chiediamo quindi all’ordine degli avvocati, a quello dei giornalisti e a tutti coloro che ne fanno parte, di prendere pubblicamente le distanze dalle dichiarazioni dell’avvocato, in solidarietà con la famiglia della vittima.

Chiediamo, inoltre, un loro impegno ufficiale a prodigarsi affinché episodi del genere non si ripetano.

L’avvocato della difesa, violando totalmente la privacy della ragazza, ha commesso una palese infrazione del codice penale ed ha inflitto alla stessa un danno morale pari alle sofferenze fisiche, contribuendo ulteriormente a svuotare di significato il concetto di vittima. Una società che riconosce ad un suo membro lo status di vittima automaticamente lo protegge. Quando una vittima non viene protetta, allora si apre il dibattito sulla sua corresponsabilità nell’accaduto e questo è intollerabile.

Lo dice anche l’Onu, in Italia si pratica il femminicidio. E il femminicidio affonda le radici in una cultura patriarcale, maschilista e retrograda che considera la donna una proprietà privata e che le attribuisce la piena responsabilità della violenza che gli uomini esercitano su di lei.

Nonostante lo sdegno e le condanne ufficiali gli episodi di femminicidio continuano ad essere definiti come “delitti passionali”, confondendo così un atto di barbarie che ha cadenza quasi quotidiana, con un raptus occasionale dovuto all’estremizzazione di un sentimento positivo come l’amore e fornendo un’attenuante, quando non una vera e propria giustificazione, all’assassinio.

Allo stesso modo lo stupro viene sempre, con la sola esclusione dei casi in cui lo stupratore non sia italiano, associato alla parola “consenziente”. Si analizzano i tempi, i luoghi e le circostanze con una minuziosità morbosa per capire il grado di consenso della vittima e stabilire, quanto, effettivamente, si possa definirla vittima.

Come se essere stuprata in discoteca da uno che hai baciato un minuto prima, dopo aver bevuto due, tre, quattro, cinque birre fosse meno grave che essere stuprata in un garage da qualcuno che ti salta addosso uscendo dal nulla…

Annunci

Informazioni su @bulmosa

Scegli quel che vuoi, cura ciò che hai, dai quello che puoi. L'unico modo che conosco per resistere.

  1. Margherita

    Per quello che ha fatto io gli darei l’ergastolo …ma ci rendiamo conto che la ragazza ha avuto 50 punti di sutura e questo sarebbe rapporto consensuale …Non so come si fa a difendere un essere spregevole …con tanta bestialità …uno squartatore …Mi appello alla giustizia che speriamo faccia il suo corso …la ragazza ormai è segnata a vita …è come un’ invalida

  2. ellaneivicolipersa

    Concordo con Margherita,ma prenderà molto meno inquanto incensurato e militare.

  3. Senza parole. Il lavoro degli avvocati è complicato, e la forza della democrazia è che tutti abbiano l’opportunità di difendersi. Ma l’esagerazione infastidisce davvero.
    Stefano

  4. Pingback: “C’è stato un rapporto amoroso consenziente che ha provocato ferite…” Oltre lo stupro c’è la beffa « Il Malpaese

  5. Pingback: Lo strano significato della parola “scusa” #laquila #stupro « Fuori Genere

  6. Tullio

    Quello non é un avvocato ma un emerito stronzo!

  7. Pingback: I fatti… #violenza #stupro « Fuori Genere

  8. Pingback: 22 giugno: La Notte bianca dei Centri Antiviolenza « Fuori Genere

  9. altavilla news

    si segnala che il tuccia da più di un mese è a piede libero. gli sono stati autorizzati i lavori sociali. e sapete dove? in un associazione doi Volontariato denominata il Gabbiano di altavilla irpina, paese dell’avvocato villani. villani prima sindaco oggi è vice sindaco del paese. e sapete chi è il presidenjte dell’associazione di volaontariato. tal Amerigo Di Giovanni che è pure assessore (e quindi collega di Villani) nella stessa giunta comunale di Altavilla. se questa è giustizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: